Morti Marmolada Oggi

Spread the love

Morti Marmolada Oggi:- Il primo a rispondere è stato Maurizio Fugatti, presidente della Provincia autonoma di Trento. Ha detto: “La nostra massima priorità è assicurarci che siano al sicuro”.Ci sono stati sei morti, nove feriti e venti persone sono ancora disperse dopo la valanga avvenuta sulla Marmolada.

Morti Marmolada Oggi
Morti Marmolada Oggi

Oltre agli altri scomparsi, mancano anche Filippo Bari, 27 anni, Davide Miotti ed Erica Campagnaro, che erano con Miotti.La calamità verificatasi sulla Marmolada è stata determinata dal distacco di un seracco, un ghiacciaio a forma di torre o pinnacolo che normalmente si sviluppa a seguito dell’apertura di crepacci, ma questo fenomeno è notoriamente difficile da prevedere .

È successo da qualche parte a un’altitudine di circa tremila metri sul livello del mare. Le recenti alte temperature in Italia sono responsabili del crollo del seracco. Ciò significa che la colpa è del cambiamento climatico, come dimostrato dall’esperienza di diverse persone.

È stato accertato che sono state identificate quattro delle sei vittime del tragico evento verificatosi sulla Marmolada. Tre di queste persone sono nate in Italia, mentre la quarta è nata nella Repubblica Ceca e conserva la cittadinanza ceca. Le autorità non hanno ancora deciso se selezionare un maschio o una femmina.

Ci sono indubbiamente individui di origine italiana, tedesca e ceca tra coloro che sono ancora dispersi, ed è anche altamente probabile che tra loro ci siano rumeni. Il consolato rumeno ha cercato di mettersi in contatto con i Carabinieri per saperne di più su cosa stesse succedendo.

D’altra parte, la procedura per identificare le vittime richiederà molto tempo e comporterà lo studio del loro DNA. Questo il quadro che si è formato, secondo le informazioni raccolte da fonti abbastanza vicine all’inchiesta sull’incidente.

Alcuni droni sono attualmente nell’aria vicino al crollo e i soccorritori tengono le dita incrociate perché la temperatura scenda durante la notte. Ciò consentirà loro di continuare a lavorare e prevenire ulteriori crolli.

Il Dna dei resti ritrovati sarà confrontato con i dati genetici di familiari e parenti che via via stanno entrando in contatto con i soccorritori attraverso il numero verde che è stato istituito. I risultati di questo confronto verranno utilizzati per determinare se i resti appartengono alla stessa persona dei resti che sono stati trovati. Per essere più precisi, questo è esattamente il motivo per cui il test del DNA dovrebbe aver luogo la mattina di dopodomani.

Dalle informazioni raccolte dall’ANSA risulta che il console rumeno in Trentino è riuscito a localizzare i carabinieri, il che suggerisce che tra coloro che sono scomparsi ci siano anche dei rumeni. Dopo il brutto evento, la Procura della Repubblica di Trento ha aperto un fascicolo modello 44 supponendo che fosse stato commesso un reato.

Tra queste persone c’era Carlo Barbante, che è il preside dell’Istituto di Scienze Polari del CNR. L’Istituto di Scienze Polari del CNR ha una pagina su Fanpage.it. Ha affermato che “è stato un evento molto insolito a causa dell’ondata di caldo che si è verificata nelle ultime settimane”.

D’altra parte, ce ne saranno di più negli anni a venire perché i ghiacciai delle Alpi stanno attualmente andando verso lo scioglimento permanente. La temperatura nella regione ha raggiunto il record di 10,3 gradi ieri, e anche quando è scesa al punto più basso la scorsa notte, è rimasta sopra i 5 gradi per tutto il tempo.

Posso onestamente dire che oggi è il giorno peggiore di tutta la mia vita. Carlo Budel, il proprietario del rifugio Capanna Punta Pena, che si trova vicino a dove si è rotto il seracco, ha detto al Messaggero: “Siamo di fronte a un disastro che è stato annunciato”.

Morti Marmolada Oggi
Morti Marmolada Oggi

Dopo di che, ha detto: “Nel corso di diversi giorni, ho sentito quelli che sembravano dei veri corsi d’acqua che scorrevano sotto il ghiacciaio: la Marmolada doveva essere chiusa”.

“La Marmolada non ha avuto altra scelta che essere chiusa”. Le alte temperature che si sono viste nelle ultime settimane hanno reso estremamente difficile l’accesso. E oggi ne abbiamo avuto la prova: un dramma avvenuto domenica alle due del pomeriggio, nel bel mezzo della parte più movimentata della giornata. Ho finalmente raggiunto il mio punto di rottura e desidero andarmene.

I soccorritori hanno dichiarato: “Ci siamo trovati davanti a uno scenario bizzarro, raccontano i ragazzi del Soccorso alpino dell’Alta Val di Fassa: blocchi di ghiaccio, pietre e quei corpi martoriati”, hanno affermato i soccorritori. “Ci siamo trovati nel mezzo di uno scenario folle”.

Il flusso di ghiaccio e pietre avrebbe prodotto “un’impensabile calamità, una tale carneficina che è difficile per noi stabilire l’esatta identità delle vittime perché i corpi sono stati smembrati”, come affermato dagli investigatori che hanno indagato sull’incidente. Per questo motivo, è difficile per gli investigatori determinare le identità precise delle persone che sono state uccise.

Sembrerebbe da ciò che è stato ricostruito Finora la valanga è riuscita a rompere due corde, trasportando un totale di sei alpinisti prima di essere fermata. Oltre a questo, ci sarebbero delle guide nascoste tra le vittime. Dopo aver preso una pausa per la notte, coloro che lavoravano alle operazioni di ricerca e soccorso questa mattina sono tornati al lavoro presto e hanno ripreso da dove si erano interrotti.

“Purtroppo oggi è avvenuta una terribile tragedia che nessuno avrebbe potuto vedere arrivare. Oggi si osserva come una giornata di lutto in tutto il territorio trentino. Ringraziamo gli operatori della Protezione Civile, uomini e donne, accorsi sul luogo dell’incidente e ha lavorato ininterrottamente per ore per aiutare con le operazioni di ricerca e soccorso.

Continua la caccia ai dispersi sulla Marmolada. La caduta di ieri di un seracco sulla montagna ha provocato almeno 6 morti, 17 dispersi e 8 feriti, anche se il bilancio resta provvisorio. Un testimone oculare avrebbe affermato che l’evento è stato “un disastro che era stato predetto: per giorni ho sentito dei veri corsi d’acqua scorrere sotto il ghiacciaio”.

Era assolutamente necessario che venisse chiuso. Sei persone sono ancora morte per il disastro di ieri sulla Marmolada in Trentino, avvenuto con la caduta di un grosso seracco. Altre otto persone sono rimaste ferite e diciassette persone sono ancora disperse.

“La situazione è commovente, e al momento è difficile offrire un resoconto preciso di quanto accaduto”, ha detto agli intervenuti la Protezione civile veneta. C’erano un totale di sei persone che sono morte, ma solo quattro di loro sono state identificate in questo momento.

Morti Marmolada Oggi
Morti Marmolada Oggi

Uno di loro era cittadino della Repubblica Ceca, e gli altri quattro erano cittadini italiani. Tra le persone ancora disperse ci sono sicuramente italiani, tedeschi e cechi, ed è anche molto probabile che tra loro ci siano anche rumeni.

I corpi scoperti sono stati trasportati in un palazzetto dello sport a Canazei, dove sono attualmente conservati per usi futuri. Inoltre, in mattinata è previsto l’arrivo a Canazei del premier italiano Mario Draghi. È qui che si trova l’ufficio principale del centro operativo e il suo compito principale è coordinare tutti i diversi sforzi di ricerca e soccorso.

Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica, ha chiamato questa mattina Maurizio Fugatti, Presidente della Provincia di Trento, e Luca Zaia, Presidente della Regione Veneto, per esprimere la sua solidarietà alle famiglie delle vittime della tragedia della Marmolada, la sua la gratitudine ai soccorritori e la loro vicinanza alle comunità locali.

La tragedia è avvenuta sul monte della Marmolada. Marmolada era il nome della montagna dove avvenne il terribile evento.Questa mattina, coloro che lavorano in ricerca e soccorso sono tornati al lavoro. A questo punto, almeno nove dei feriti sono stati ricoverati in un vicino ospedale. Sembra che due di loro siano in condizioni piuttosto serie.

Nel frattempo, il Soccorso alpino ha reso pubblico il numero di telefono da chiamare (+39 0461 495272) “per segnalare il mancato rientro di amici e parenti da possibili escursioni durante la giornata odierna sul ghiacciaio della Marmolada”.

[Chiama questo numero] “per segnalare il mancato rientro di amici e parenti da possibili escursioni durante la giornata odierna sul ghiacciaio della Marmolada”. Richieste di carattere più generale non dovrebbero essere indirizzate a questo numero.

%d bloggers like this: